Un sogno di nome Aristide

In scena il lavoro teatrale di Fabio Bernacconi sulla figura del padre del distretto fabrianese della meccanica e degli elettrodomestici

Un sogno di nome Aristide

La straordinaria storia imprenditoriale e umana di Aristide Merloni, padre del distretto industriale fabrianese della meccanica e degli elettrodomestici, viene raccontata in questo spettacolo teatrale attraverso un dialogo onirico con il protagonista.

Un racconto fatto di aneddoti e storia vissuta che mette a confronto chi l’Italia ha contribuito a costruirla e chi oggi può goderne i frutti.

L’idea di realizzare uno spettacolo teatrale sul padre del distretto fabrianese della meccanica e degli elettrodomestici è di Paolo Notari che, dopo aver ascoltato una puntata de “Il Mix delle Cinque” di Giovanni Minoli, andata in onda su Radio Uno Rai a cinquanta anni dalla scomparsa di Aristide Merloni, la condivide con Fabio Bernacconi, di Papaveri e Papere APS e con la Fondazione Carifac, da sempre attenta, tra i tanti ambiti di intervento, alla promozione delle attività culturali locali e che ne favorisce la realizzazione.

Ne scaturisce uno spettacolo che vuole essere, non solo la narrazione della storia di un successo imprenditoriale, umano e sociale ma, anche di sprone ai protagonisti del territorio, noi tutti, per tornare a credere nei nostri sogni e darci da fare per realizzarli. Proprio come fece Aristide Merloni.

Protagonisti in scena, per la regia di Fabio Bernacconi, Paolo Notari e Sandro Fabiani con la partecipazione di Diego Trivellini che esegue dal vivo i passaggi musicali.

Completano il gruppo di lavoro Claudia Mengarelli, Assistente alla Regia, Paolo Vinattieri, Disegno delle Luci, Sabino Morra, Direttore di Scena, Gabriele Bernacconi, autore creativo delle scene e della locandina e, Stefano Stopponi, che ha curato l’organizzazione generale dell’iniziativa per Papaveri e Papere APS.

Alla buona riuscita dell’iniziativa, che si avvale anche del patrocinio dei Comuni di Cupramontana, Fabriano e Sassoferrato, hanno collaborato alcune aziende del territorio: Residenza La Ceramica, Manualis Cartiera in Fabriano, Ristorante Il Piacere della Carne e Clementi Forni.

Papaveri e Papere APS ringrazia infine Corrieri Arredamenti per gli arredi di scena, Antonio Stopponi per la foto di scena, Smargiassi Costruzioni e SIL2000 per il supporto tecnico alle attività dell’associazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.