Tra Fabriano e Teatro c’è di mezzo Fare!

La seconda edizione di “Teatro e Duelli”, la festa associativa annuale che accoglie l’inizio dell’estate a suon di sfide tra attori, si è appena celebrata e per l’Associazione Papaveri e Papere è tempo ora di fare il punto e poi ripartire con nuovi slancio e idee per la programmazione delle attività per il prossimo autunno.

I giorno e la notte papaveri e papere fabriano
Il ballo dei Furfanti da “Il giorno e la notte” del 13/4/2019 al Teatro Gentile (Foto A. Stopponi)

La stagione 2018/19 è iniziata il 29 settembre con l’Open Day al Teatro Gentile di Fabriano “Vivi il teatro da protagonista!”. Ospite d’eccezione l’attore, regista e autore teatrale Emiliano Luccisano che abbiamo poi coinvolto anche nel ciclo di incontri tenuti tra novembre e dicembre “La valigia dell’attore – Bagaglio Essenziale per l’attore” insieme a Federica Petruio, Antonio Cuccaro e Pietro De Silva.

Pietro De Silva papaveri e papere Fabriano 2019
Gruppo di lavoro con Pietro De Silva

A ottobre sono poi iniziate le attività di formazione teatrale rivolte a bambini, ragazzi, giovani e adulti con quattro specifici laboratori e cinquanta partecipanti che hanno portato in scena, tra aprile e maggio, altrettanti spettacoli finali.

Il giorno e la notte“, farsa in costume firmata da Emiliano Luccisano per la regia di Fabio Bernacconi e Mauro Mori che hanno guidato sul palco del Teatro Gentile il gruppo degli adulti.

Serata Omicidio“, il giallo comico di Giuseppe Sorgi portato in scena al San Giovanni Bosco dal gruppo dei ragazzi, per la regia di Francesca Spaccia.

The show must go on“, commedia brillante di Valerio Di Piramo per la regia di Andrea Fiorani, con protagonisti gli allievi del Settore Giovani Teatranti.

The show must go on papaveri e papere fabriano
Il gruppo dei Giovani Teatranti in una scena di “The show must go on”. 4/5/2019 Teatro S.G.Bosco (Foto A. Stopponi)

Infine “Una gita allo zoo“, saggio finale dei bambini per la drammaturgia e regia di Cristina Romei a cui hanno collaborato Benedetta Palmioli e Tania Latini.

Il 27 marzo 2019 abbiamo festeggiato la Giornata Mondiale del Teatro organizzando al Teatro Gentile, in collaborazione con il Comune di Fabriano, l’Amat e l’Associazione Oncologica Fabrianese, la replica dello spettacolo “Mi sa che fuori è primavera”, monologo tratto dell’omonimo libro di Concita De Gregorio per la regia di Giorgio Barberio Corsetti e Gaia Saitta con la stessa Gaia, attrice fabrianese di fama internazionale, protagonista in scena.

Particolare attenzione quest’anno è stata dedicata al Teatro Sociale. Papaveri e Papere fa parte infatti del Progetto TIR – Teatro Instabile Rurale, una rete di associazioni ed enti capitanata dall’Associazione Il Vascello di Fermignano che ha permesso di finanziare, tramite l’accesso ai fondi della Regione Marche, la realizzazione a Fabriano di ben sette laboratori teatrali destinati a scuole della città (Liceo Artistico Mannucci e Scuola Media Marco Polo) e ad enti assistenziali locali (Comunità Buona Novella, Comunità C’era l’acca, Servizio Sollievo, Centro Applica, Lab 10).

Ricordiamo gli esiti finali realizzati in questo ambito.”Sogni Sospesi“, lo spettacolo portato in scena dai ragazzi del Liceo Artistico E. Mannucci all’interno della rassegna “La scuola in scena 2019” per la regia di Catia Stazio, la piece “Solo un gioco” con protagonisti i ragazzi della Scuola Media Marco Polo guidati da Cristina Romei e lo spettacolo “Non c’è più il Natale de ‘na vorta” che ha visto coinvolti gli utenti del Servizio Sollievo Fabriano sotto la regia di Francesca Spaccia.

Pensieri in cammino Buona Novella Papaveri e papere
Una delle sette locandine dei laboratori teatrali inseriti nel progetto di rete Teatro Instabile Rurale.

Emozionanti sia i video “Pensieri in cammino”, esito finale dei laboratori in cui sono stati protagonisti le donne e gli uomini delle Comunità Buona Novella e C’era l’acca, sia l’omonimo spettacolo del Centro Applica, tutti diretti da Antonio Cuccaro, pedagogista della disabilità e del disagio e operatore teatrale, coadiuvato per le attività di musicoterapia da David Uncini, direttore della Banda Musicale Città di Jesi e insegnante.

Sempre in tema di emozioni ricordiamo il laboratorio sul metodo Stanislavsky, “Immersione nelle emozioni“, proposto da Rachel Guimaraes Mourao che ha guidato i partecipanti nello sperimentare questa metodologia di recitazione.

Molto proficua infine la collaborazione con le tirocinanti dei Corsi per Operatore Teatrale e per Regista, promossi dall’ATGTP di Serra San Quirico, che hanno contribuito alla buona riuscita delle attività dei vari laboratori e corsi teatrali, le ricordiamo: Valeria Catufi, Claudia Mengarelli, Oliveria Petrisan, Caterina Romani e Cristina Romei.

Come sempre, sperando di non dimenticare nessuno, vogliamo ringraziare persone ed enti che hanno collaborato con Papaveri e Papere in questa stagione. A cominciare dalla nostra Presidente Maurizia Pastuglia e poi Oreste Aniello, Massimo Arteconi, Sirio Aureli, Emanuele Baldoni, Anna Cariati, Lucio Cavalieri, Marco Censi, Alessandra De Berardinis, Leonardo Fiorani, Claudia Mengarelli, Federica Petruio, Mauro Ricci, Gloria Rossi, Simone Solinas, Antonio Stopponi, e Stefano Stopponi.

Grazie a tutti gli allievi dei corsi teatrali associatvi per aver partecipato con entusiasmo alle attività proposte: Irene Angelelli, Margherita Animobono, Serena Beningni, Nina Bentivoglio, Agata Bucciarelli, Agnese Calzuola, Simone Campioni, Ilaria Cannino, Arianna Caporali, Luca Carnevali, Nicolò Carsetti, Stefano Castellani, Valentina Castracani, Darius Catinca, Michele Conti, Valentina Costanzi, Alessandro Crialesi, Chiara Crispino, Federica De Toma, Daniela Di Martino, Orietta Fiorucci, Gaia Gagliardi, Simona Gambini, Mirko Gentilucci, Paolo Giontarelli, Monica Giorgi, Carlo Grassi, Sonia Guerci, Sylvie Houbaert, Laura Ilari, Tania Latini, Marco Lebel, Michele Mazzetti, Consuelo Mearelli, Gloria Mencarelli, Loris Nagni, Giovanna Notarnicola, Andrea Paggi, Benedetta Palmioli, Francesco Prosperi, Ilenia Raggi, Caterina Romani, Michela Romei, Francesco Paolo Sciapichetti, Francesco Sofo, Riccardo Stelluti, Elena Stopponi, Matteo Stopponi, Chiara Superbi, Micaela Teatini, Sofia Tognoloni, Cristina Turchi, Cristiana Vergnetta, Chiara Virgulti, Marisol Vitali e Alessia Zamparini.

Un ringraziamento molto particolare a Giulia e Simone Smargiassi di Smargiassi Costruzioni e Daniela Moriconi di SIL2000, il loro prezioso supporto è fondamentale per portare avanti le nostre tante iniziative.

Grazie anche al Prof. Antonello Gaspari, alla Prof.ssa Romina Romani della I.C. Marco Polo, alle Prof.sse Patrizia Rossi e Francesca Costantini del Liceo Artistico E. Mannucci di Fabriano per la passione con cui promuovono la pratica del teatro nelle loro scuole. Grazie per la collaborazione a Daniela Remigi e Don Umberto Rotili e allo staff del Teatro San Giovanni Bosco, così come a Simona Salvatori e a tutte le maschere del Teatro Gentile. Un ringraziamento particolare a Tonino Solinas, insostituibile custode del Gentile e impareggiabile risolutore di problemi tecnici.

Grazie all’Amministrazione Comunale di Fabriano e ad Alessio Staffaroni dell’Ufficio Cultura e all’AMAT per la collaborazione fattiva al nostro programma. Grazie alla Fondazione Carifac per il patrocinio alle iniziative Papaveri e Papere.

Un ringraziamento speciale alla UILT – Unione Italiana Libero Teatro e al presidente regionale Quinto Romagnoli per la vicinanza e il sostegno alle nostre attività.

Infine un grande applauso agli oltre 1.100 spettatori che in questa stagione hanno assistito alle varie messe in scena targate Papaveri e Papere, sono sempre da stimolo a fare meglio.

Buon Teatro e Buona Estate da Papaveri e Papere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *