Ciao Emanuele!

Due brevi ritratti per ricordare Emanuele “Manuelitto” Di Marzio, con il quale abbiamo avuto il privilegio di “fare un pezzetto di strada”.

Emanuele Di Marzio

“Mi avete fatto il regalo più bello ed inaspettato che potessi mai ricevere. Grazie per aver creduto in me!”

Queste sono state le tue parole tra le vie di Bolzano quando eravamo a replicare il nostro letto Ovale. 
Vedi Emanuele, il vero regalo lo hai fatto tu a noi. 
Perché la tua grande passione e dedizione per quest’arte era bella e contagiosa. 
Sei stato il miglior caratterista che una compagnia teatrale potesse mai sperare di trovare. Ma non sei stato solo questo. 
Sei stata una persona buona e leale. 
E la luce che emanava i tuoi occhi ci illuminerà insieme ai fari del palco per tanto tempo ancora. 
Ciao Manuelitto!
(Fabio Bernacconi)

Forse la tua grande anima non poteva stare troppo a lungo in quel piccolo corpo…
Ricorderò sempre i nostri discorsi, l’affetto e la stima che mi hai sempre dimostrato..spesso hai rischiato di farmi commuovere, quella determinazione, quella rabbia e quell’effetto quando pensavi che mi stessi buttando via, che mi stessi accontentando….
Oggi quelle lacrime trattenute le lascio andare se me lo permetti, solo pochi minuti poi tornerò forte come sempre, forte come eri tu, a cui la vita non ha mai sorriso molto.
E qualche volta sappi che anche io ero arrabbiata, ma capivo…
Perché a un certo punto uno si stanca, perché siamo sempre più saggi per gli altri che per noi stessi…
Buon viaggio amico, R.I.P.
(Claudia Mengarelli)

Ciao Emanuele, vogliamo ricordarti nella tua esilarante interpretazione di Achille Tollardo, ne “Il letto ovale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *