Cyrano: un sogno diVerso

cyrano un sogno diversoAvvicinarsi alla recitazione prevede una buona dose di onestà, prima che con gli altri con sé stessi.

Soprattutto diventa fondamentale quando si decide di giocare al teatro insieme a dei ragazzi.

I ragazzi in questione sono innanzitutto dei curiosi. E sì perché bisogna essere curiosi per affacciarsi a questa finestra e poi coraggiosi.
Perché una buona dose di coraggio bisogna possederla per stare su un palco, non credete?

Ma la dote più importante è l’onestà.
Si perché è necessario essere onesti, in teatro come nella vita. L’onestà ti fa pesare le parole, ti spinge benevolmente a prenderti le tue responsabilità contro una parete che ti costringe a tirare fuori la verità.

Questi ragazzi su quella parete ci sono finiti, perché quando ti avvicini al Teatro prima o poi ci sbatti il naso e così non ti rimane che essere onesto. Forse sarà per questo che hanno scelto un testo dove il protagonista ha fatto dell’onestà la sua ragione di vita: Cyranò De Bergerac.

E’ questo l’eroe che ha affascinato i ragazzi del Liceo Artistico Edgardo Mannucci di Fabriano e, non solo. Non andrà in scena la commedia come ce la potremmo immaginare, le sue gesta verranno invece raccontate e, delle volte vissute, da questi eroi moderni.

Ci tengo a ringraziare l’Associazione Papaveri e Papere che crede fortemente nella formazione, il Liceo Edgardo Mannucci che mi ha permesso di vivere questa esperienza meravigliosa, la Professoressa Francesca Costantini per aver preso a cuore questo progetto, Cristina Gregori insostituibile spalla ed ultimi, ma non ultimi, i ragazzi che hanno preso parte a questa avventura che si concluderà giovedì 19 maggio alle ore 21 al Teatro Gentile.

Loro ci hanno messo il cuore l’anima e l’onestà e sicuramente ci lasceranno….. “Un Segno diverso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *