Roma nun fa la stupida…a settembre!

foto Antonio Stopponi

Foto Antonio Stopponi

Roma ce semo, aiutame tu… io nun te dico niente Roma… ma stasera c’ho bisogno de te… e quanno tu te ce metti ‘ste cose le combini bene…

… recitava Nino Manfredi introducendo la canzone “Roma nun fa la stupida stasera” in Rugantino, uno dei più famosi musical della premiata ditta Garinei e Giovannini.

E cosa centra Rugantino con Papaveri e Papere? Rugantino, niente. Ma Roma c’entra eccome!

Infatti dal 18 al 20 settembre prossimi, lo spettacolo “Uomini sull’orlo di una crisi di nervi” sarà in scena a Roma al Teatro 7.

Un grande traguardo e un bel riconoscimento per il lavoro svolto fin qui dalla Compagnia Papaveri e Papere con questo spettacolo che, per la regia di Fabio Bernacconi, vede protagonisti Oreste Aniello, Massimo Arteconi, Lucio Cavalieri, Matteo Cossu e Laura Pallotta.

Un grande traguardo ma anche una bella sfida per Papaveri e Papere: sapremo ben figurare anche al cospetto del pubblico romano?

Ma facciamo un passo indietro di qualche mese e torniamo al 13 dicembre 2014, il giorno del debutto al Teatro Gentile. In quell’occasione uno degli autori della commedia, Rosario Galli, dopo aver visto lo spettacolo ci propose di replicarlo a Roma, segno evidente che la performance non solo era stata di suo gradimento ma, anche giudicata di ottima qualità.

Michele La Ginestra

Michele La Ginestra

Passa qualche mese, nel frattempo lo spettacolo va in scena altre sette volte in teatri tra Marche ed Umbria e si arriva al finale di stagione con l’ultima replica in programma. Nessuno pensava più a Roma. Ma qualche giorno dopo arriva una email da Rosario che ci comunica che Michele La Ginestra (sì proprio lui, l’attore della pubblicità della pasta De Cecco) propone di inserire lo spettacolo nel cartellone del Teatro 7, di cui è direttore artistico, per la stagione 2015/16 nella sezione Nuove Proposte. Non si poteva certo dire di no!

“Il Teatro7 non è semplicemente un teatro, ma un vero e proprio centro culturale nel quale prendono vita e forma molteplici iniziative artistiche e sociali. Nasce quattordici anni fa come luogo alternativo alla strada, con l’intento di riuscire, attraverso il mezzo teatrale, ad educare i ragazzi a crescere interiormente e culturalmente, nell’ottica di un confronto tra le diverse esperienze e discipline, privilegiando gli spettacoli che avvicinino i giovani al teatro.”

Sarà una coincidenza che per il suo debutto a Roma Papaveri e Papere sia stata scelta da un teatro che fa della formazione uno dei suoi punti di forza? Forse e, speriamo sia di buon auspicio.

Non dimentichiamo infatti che accanto alla produzione di spettacoli, Papaveri e Papere è impegnata da cinque anni con #fabrianofareteatro, il progetto che punta ad avvicinare bambini, ragazzi, giovani e adulti alla pratica del teatro e dello spettacolo dal vivo come mezzi per crescere a livello personale e culturale i cui laboratori e corsi riprenderanno dal prossimo settembre (pre-iscrizioni a questa pagina.)

In conclusione: il 18 settembre il furgone delle scene con i macchinisti capitanati da Stefano Stopponi, partirà per l’allestimento alla volta della Capitale. Primo spettacolo il 18 settembre alle 21 con replica il 19 alla stessa ora. Per domenica 20 la replica sarà pomeridiana alle 18. Chi volesse applaudire Papaveri e Papere, può approfittare della proposta de “I viaggi del Gentile” che ha organizzato una uscita a Roma proprio in concomitanza di questa ultima data.

Incrociamo le dita e… Roma nun fa la stupida e vieni ad applaudirci al Teatro 7!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.