DELITTO DI CERRETO D’ESI: IL CSI BRANCOLA ANCORA NEL BUIO!

Il Commissario Rex ha subito “gettato la spugna” mentre pare che Don Matteo sia in ritiro spirituale per cui non partecipa alle indagini. Tutte le speranze sono riposte in Mallory.

Il mistero dell'assassino misterioso

Il CSI brancola nel buio dicevamo e altri famosi investigatori hanno mollato, ma non il Detective Mallory che ha le idee molto chiare su come si sono svolti i fatti all’interno del Castello degli Worthington (nobile famiglia di origine cerretese orma da secoli trasfertitasi nella sperduta campagna londinese), suppure i suoi abitanti stiano facendo di tutto per sviare le indagini.

E sì, perché quello che andrà in scena venerdì 24 maggio al Teatro Casanova di Cerreto D’Esi è proprio un giallo che ha tutti i crismi del classico Agatha Christie con una punta di Neil Simon.

Ma facciamola breve! Il pubblico cerretese assisterà una commedia esilarante scritta dal duo comico più irriverente d’Italia, Lillo e Greg. Un’ora e mezza di puro divertimento dove le battute e le gags si susseguono senza soluzione di continuità.

In scena, per la regia di Fabio Bernacconi, saliranno Nicola Di Cerbo (Mallory, arguto detective), Andrea Ricci (Ashton Piboty, il giovane marito della contessa assassinata), Valentina Villella (Margareth Worthington, la disinibita nipote della contessa), Nicola Dominici (Harry Worthington, il nipote pazzo), Daniela Mezzanotte (Greta Gruzenzmayer, la devota infermiera). Accanto a loro altri strani personaggi popoleranno il teatro: l’Ammiraglio Nelson, Oscar Murray e uno bislacco bibitaro, tale Filiberto Proietti, che tenterà di vendere al pubblico bibite fresche, becche e lupini.

Biglietti in vendita il 22 e 23 maggio presso la sede della Pro Loco Cerreto D’Esi dalle 18 alle 20 e al Teatro Casanova il 24 maggio dalle ore 18 fino ad inizio spettacolo.

Una produzione Papaveri e Papere con il patrocinio del Comune di Cerreto d’Esi in collaborazione con: Corrieri Arredamenti Fabriano, Area Service di Andrea Barbarossa, Pro Loco Cerreto d’Esi. Commento musicale Paolo Principi, Grafica Gabriele Bernacconi. Tecnici di scena Mauro Ricci e Aslan Kurtesi. Organizzazione: Stefano Stopponi e Mauriza Pastuglia.