Gli Uomini sull’orlo di una crisi di nervi tornano al Teatro Gentile!

“UomiPP_USDUCDN_70x100cm_abb5mm_OKni sull’orlo di una crisi di nervi”, a poco più di un anno dal debutto avvenuto proprio di fronte al pubblico fabrianese, ritorna al Teatro Gentile domenica 27 dicembre alle ore 17.

Lo spettacolo, ormai rodato, ritorna al Gentile per la 18esima replica dopo essere andato in scena nei teatri di Caldarola, Trevi, Castelfidardo, Sassoferrato, Chiaravalle, Ostra, Roma, Civitanova Marche, Treia, Offida, Sarnano e Casale Monferrato. Una tappa locale dunque prima di proseguire da inizio 2016 a Monteprandone, Norcia e Umbertide.

Perché tornare a vederla? Primo, perché è una commedia divertente che gioca le sue gag sui luoghi comuni della convivenza sotto lo stesso tetto di uomini e donne.

Secondo? Per scoprire se Maurizia Pastuglia e Andrea Fiorani, attori che nel corso della stagione hanno preso il posto rispettivamente di Laura Pallotta e Matteo Cossu, sono all’altezza dei loro bravi predecessori.

Per incuriosire chi se la fosse persa invece, diciamo che questo testo è divenuto ormai un classico della commedia moderna italiana.

Scritta a due mani da Alessandro Capone e Rosario Galli, ha debuttato nel 1993 con attori del calibro di Pino Ammendola, Vincenzo Crocitti, Gianni Garofalo, Nicola Pistoia e Claudia Koll e, successivamente, è stata portata in scena da Roberto Ciufoli (Premiata Ditta), Massimiliano Giovanetti, Paolo Ricca, Roberto Brunetti (er Patata) e Nathalie Caldonazzo. Visto il successo ottenuto, nel 1995 è stata realizzata la versione cinematografica sempre per la regia di Alessandro Capone.

E’ una commedia brillante che con i suoi tempi comici perfetti metterà a dura prova sia gli attori che si cimenteranno sulle scene, sia il regista. Ma al di là dei risvolti comici della situazione che si verrà a creare, questa commedia mostra tra le righe, ma neanche tanto, tutte le contraddizioni e le fragilità degli uomini che hanno superato la fatidica soglia degli “anta”.

La trama racconta di quattro amici, Gianni, Vincenzo, Pino e Nicola che si riuniscono, come ogni lunedì, per giocare a poker. Ciascuno dei quattro amici ha una storia matrimoniale differente: Vincenzo vive un lungo matrimonio ed ha due figli, Gianni è sposato da sei mesi, Pino è separato ed ha un figlio mentre Nicola è sposato da due anni, dopo essere passato attraverso diverse convivenze. Durante la partita, a Pino viene l’idea di telefonare ad una escort che scompigli la serata dei quattro amici. Lascia così un messaggio nella segreteria telefonica di una certa Yvonne. Quando costei si presenterà, a Pino toccherà apprendere che a rispondere al suo messaggio non è stata Yvonne, bensì …

La regia è di Fabio Bernacconi che guida sul palco un cast tutto fabrianese, Oreste Aniello (Nicola), Massimo Arteconi (Vincenzo) e Lucio Cavalieri (Pino) con appunto l’innesto di Andrea Fiorani (Gianni) e Maurizia Pastuglia (Yvonne).

Molto nutrito il gruppo delle collaborazioni a questo allestimento, a cominciare dalla consulenza artistica di Massimiliano Giovanetti (che è stato tra gli attori che ha portato in scena lo spettacolo originale di Capone e Galli) e da Mauro Mori come Assistente alla regia. I costumi di scena sono forniti da Zannelli Abbigliamento Fabriano, mentre gli arredi di scena sono curati da Corrieri Arredamenti Fabriano. Le foto di scena sono di Antonio Stopponi mentre quelle pubblicitarie di Adriano Maffei. Gabriele Bernacconi è l’autore della locandina e, infine, dietro le quinte ci sono Mauro Ricci, tecnico di scena e Stefano Stopponi che cura la produzione e l’organizzazione dello spettacolo.

Questa produzione si avvale del patrocinio del Comune di Fabriano e della UILT – Unione Italiana Libero Teatro e del contributo di Fondazione Carifac e Smargiassi Costruzioni.

Prevendita presso Edicola La Rovere Fabriano fino al 23 dicembre. Vendita biglietti al botteghino del Teatro Gentile il giorno di spettacolo dalle 16.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.